Musei e arte

“La probabile visione del Cremlino di pietra bianca di Dmitry Donskoy. La fine del XIV secolo ”, Apollinariy Mikhailovich Vasnetsov - descrizione del dipinto

“La probabile visione del Cremlino di pietra bianca di Dmitry Donskoy. La fine del XIV secolo ”, Apollinariy Mikhailovich Vasnetsov - descrizione del dipinto

Probabile vista del Cremlino di pietra bianca di Dmitry Donskoy. 51 x 80 cm

Grazie ai disegni storici di Apollinaris Mikhailovich Vasnetsov, possiamo vedere l'antica Mosca, le sue strade e i suoi templi, tracciare come è cambiata di secolo in secolo, trasformandosi in una bellissima città, in cui sono stati conservati molti monumenti antichi.

Nonostante il grande lavoro preparatorio, l'artista non è stato sempre in grado di ripristinare l'immagine completamente reale della capitale, ma la sua eccellente conoscenza della storia e dell'architettura lo ha aiutato a scrivere opere sature dello spirito vivente del passato, sebbene la parola "probabile" sia stata aggiunta al loro nome.

La seconda metà del XIV secolo. La fortezza in legno è stata distrutta più volte dal fuoco, quindi una nuova è stata costruita in pietra bianca, e da allora Mosca è stata chiamata pietra bianca.

La costruzione è quasi terminata. Muri forti, il cui spessore è visibile attraverso piccole finestre ad arco-feritoie terminano con denti rettangolari. Tavole lunghe si sollevano fino alla cima delle torri, costruendo il tetto. Sulla sinistra è una potente torre quadrangolare di passaggio Borovitskaya. I suoi cancelli sono spalancati, un ponte levatoio è abbassato attraverso un profondo fossato scavato intorno al Cremlino.

Un magnifico panorama della fortezza si apre dalla riva del Neglinnaya. La luce del sole colora la muratura bianca in calde tonalità rosate-beige. I tetti marrone chiaro delle alte case di legno sono pressati sulla collina, tra cui le cattedrali - Arkhangelsk e Uspensky - sono chiaramente visibili.

E accanto alle mura del Cremlino, la vita è ribollente. Grandi barche cariche, basse nell'acqua, una dopo l'altra spiaggia. Alcuni, scendendo da una vela, si avvicinano a ponti alti, dove i lavoratori li stanno aspettando, abbassando le corde delle macchine di sollevamento, simili alle gru. Altre torri si affrettano verso gli ormeggi bassi delle assi che conducono a gallerie commerciali coperte, dove molti commercianti attendono le loro merci.

Il disegno può essere esaminato a lungo, trovando nuovi dettagli e i più piccoli dettagli, che l'artista trasmette con linee e tratti così abili, chiari e verificati.

Grazie alle tonalità traslucide dei caldi colori marrone chiaro, giallo chiaro, bluastro, verde e crema, l'immagine si riempie di luce e spaziosità. Il senso della realtà non lascia ciò che sta accadendo, l'immagine poetica di Mosca si diletta nella sua bellezza.


Guarda il video: 4 1 5 La Russia di Pietro il grande (Potrebbe 2021).