Musei e arte

"Dopo il concerto. Ritratto di Nadezhda Ivanovna Zabela-Vrubel davanti al camino ”, Mikhail Alexandrovich Vrubel


Dopo il concerto. Tela, pastello, antracite 168,5 x 191,5 cm

Nadezhda Ivanovna Zabela - amata moglie, magnifica cantante russa e musa di Mikhail Alexandrovich Vrubel. È stato un matrimonio felice, ha adorato sua moglie, ha creato schizzi di vestiti e costumi di scena per lei, lo scenario delle esibizioni. E lei era sempre con lui, non lasciandolo nei giorni di una grave malattia mentale. L'artista ha dipinto molti dei suoi ritratti in diverse immagini. E solo questa, l'ultima immagine, è rimasta incompiuta.

In un alto camino decorato con intagli, brillanti luci giallo-arancio, luci rosse bruciano carboni. Sul divano, in piedi accanto a lui, il cantante si siede comodamente, godendosi il calore. Appoggiandosi all'indietro e allungando le gambe stanche in eleganti scarpe bianche col tacco alto, si appoggia sulla parte alta della schiena con la mano destra, piegata al gomito. Lo spettacolo è finito ed è evidente quanto stanca la donna riposi in silenzio.

Girando leggermente la testa, posa con calma per l'artista, con un lieve sorriso in agguato sulle sue labbra. Alcune ciocche di capelli castano scuro venivano strappate da un'acconciatura lussureggiante. Il colore scuro del rivestimento del divano sottolinea il caldo colore dorato di una faccia sottile, una bella scollatura. Ma la tristezza nascosta, l'eccitazione accuratamente nascosta e l'ansia per una persona cara fa capolino attraverso la fatica.

Il pittore di tratti neri fiduciosi disegna i contorni di un abito da concerto, inventato da lui. Un'ampia gonna, decorata con un volant, le onde cadono sul pavimento. Tuttavia, attraverso le linee scure sbircia le delicate sfumature di corallo del vestito inferiore. Un tessuto traslucido, simile a un mosaico fatto di cristalli bianchi cremosi, dona alla tomaia ariosità e leggerezza. Una spilla di perle tremula misteriosamente sul petto.

I colori morbidi e calmi con cui Mikhail Vrubel scrive a sua moglie parlano del calore dei sentimenti, del vero amore e della gratitudine. Tuttavia, è malato, la sua anima è lacerata, tutto intorno a lui sembra cupo e tragico. I tratti acuti e frequenti con cui l'artista riempie lo spazio attorno alla figura di Nadezhda Ivanovna, in alcuni punti molto caotici, eseguiti con una forte pressione, aggiungono tensione emotiva e disperazione al quadro. I colori blu scuro, verde scuro e marrone palude riempiono la sensazione di dolore.

La visione dell'artista si deteriorò bruscamente, quasi non distingueva i colori, quindi smise di lavorare sul dipinto, lasciandolo incompiuto.

Il ritratto lascia una doppia impressione: su di esso, da un lato, la dolce tenerezza e la riverente ammirazione si mescolavano, e dall'altro, sventura, solitudine e confusione di sentimenti.

Il talento di Mikhail Vrubel è innegabile, le sue opere, ambigue, piene di misteri e fascino, non lasciano nessuno indifferente.


Guarda il video: Музей Собрание в Москве 2019. Oh My Art (Potrebbe 2021).