Musei e arte

"Harvest", Arkady A. Plastov - descrizione del dipinto


Vendemmia - Arkady A. Plastov. Olio su tela 166 x 219 cm

1945, la guerra è appena finita. Davanti a noi, ai margini del campo, un vecchio con la barba bianca e tre bambini si sistemarono per il pranzo.

Il nonno è seduto a destra, con indosso una camicia e dei pantaloni sbiaditi blu, un vecchio cappotto marrone gettato sulle sue spalle. In piedi calpestavano le scarpe calpestate. Le mani esauste con le vene gonfie tengono con cura una fetta di pane nero e un cucchiaio di legno. Un piccolo cane nero con un petto beige accanto a lui aspetta pazientemente la sua parte.

Accanto a lui c'è un adolescente inginocchiato in una camicia bianca e spaziosa. Beve avidamente acqua da una grande brocca di argilla rosso-verde, tenendola stretta con le mani sottili. Ha bruciato i capelli biondi, gli zigomi spiccano su una faccia abbronzata esposta all'aria.

Sulla sinistra c'è una bambina vestita con una piccola giacca nera e una gonna rossa. Due sottili trecce di castagne scure legate con un nastro blu spuntano da sotto un fazzoletto bianco. Si porta delicatamente un cucchiaio in bocca.

Dietro di lei c'era un altro ragazzo un po 'più grande. Sullo sfondo di una camicia giallo verde, i capelli rossi cresciuti giocano con riflessi dorati. Un leggero rossore si trova sulle guance dei bambini. Tutti mangiano molto concentrati e in silenzio.

Dopo aver mangiato, devono fare di nuovo il duro lavoro - devono spremere il pane sul bordo del campo, dove i mietitori sui cavalli non possono passare. Lavorano con falci e una falce, che a pranzo sono rimasti scioccati, rimuovendoli vicino. Il rastrello si trova ordinatamente accanto ad esso. Non dovrebbe essere perso un solo grano, quindi le spighette cadute vengono raccolte con cura in un secchio in piedi a destra.

Il colore morbido dell'immagine. Il colore principale è il dorato calmo, il giallo miele, le tonalità paglierine chiare di grandi pile e un campo raccolto. Su questo sfondo, spiccano le macchie di colore su cui l'artista si concentra: rosso allegro, bianco puro e giallo allegro nell'immagine dei bambini, blu saggio e marrone calmo nei panni di un vecchio.

Sullo sfondo, campi già inclinati si estendono fino all'orizzonte. I carrelli trainati da cavalli guidano i covoni verso enormi pile giallo-rosse. Sulla destra c'è una striscia di pane ancora non compresso, con pesanti spighe di grano piegate a terra.

Nuvole leggere e soffici fluttuano nell'alto cielo blu. E, naturalmente, molti piccoli dettagli che aggiungono vivacità alla tela: fiordalisi blu in paglia, cetrioli verdi dal ventre piatto, tazza blu, riflesso ambrato di un cucchiaio di legno.

Stupisce la realtà dell'immagine. Questo è un vero inno al lavoro, la resilienza delle persone, non senza ragione questa tela, insieme al dipinto "Fienagione", ha ricevuto il Premio Stalin nel 1946.


Guarda il video: Schubert - Symphony No 9 - Monteux, BSO 1956 (Potrebbe 2021).