Musei e arte

“Venere, Marte e Cupido”, Pierrot di Cosimo - descrizione del dipinto

“Venere, Marte e Cupido”, Pierrot di Cosimo - descrizione del dipinto

Venere, Marte e Cupido - Piero di Cosimo. 72 x 182 cm

L'opera ha la solita selezione dell'angolo orizzontale ed è stata creata dal maestro stesso per essere conservata nella sua collezione personale. Un paio di volte il quadro è stato perso di vista, ma è stato ritrovato dopo la seconda guerra mondiale. Fu allora che arrivò alla Galleria d'arte di Berlino, dove si trova in questo momento.

Storia della creazione

Il quadro è stato dipinto diversi anni di seguito, ma con esso l'autore ha lavorato anche su altri progetti. Se Pierrot fosse coinvolto solo nella stesura di un'immagine, e quindi, non su base commerciale, non sarebbe stato in grado di mantenere il tenore di vita che conduceva in quei giorni. L'uomo aveva il suo studio, diversi esperimenti biologici simultanei. Tutto ciò ha richiesto molti investimenti finanziari, che un artista non sarebbe in grado di ottenere senza una fonte di reddito.

Stile di scrittura

Il dipinto è stato realizzato in uno stile morbido, non finito. Si chiama così perché ogni pressione del pennello era interrotta nel mezzo, in modo che il colore apparisse luminoso dal lato. Le vernici erano distribuite su un ampio strato e nel momento in cui l'immagine era asciutta, era necessario allontanare costantemente le mosche. A quel tempo, le vernici venivano realizzate con una formula diversa, motivo per cui gli insetti volevano davvero banchettarle.

L'immagine è stata disegnata in tre fasi. Innanzitutto, sono state disegnate due figure centrali. Visivamente, attirano immediatamente l'attenzione del pubblico e sono stati appositamente dipinti con colori tenui e freddi.

Il secondo passo è stato quello di creare i campi dietro di loro. Se guardi da vicino, le cifre non sono così dettagliate. Il tratto del bordo è scomparso, sono rimaste solo le emozioni dipinte del viso.

Il terzo passo è la creazione di cielo e montagne, dietro il resto del piano.


Guarda il video: ESAMI - Storia dellArte - Ceci nest pas un Pips (Potrebbe 2021).