Musei e arte

Primo acquerello astratto, Kandinsky

Primo acquerello astratto, Kandinsky

Il primo acquerello astratto è Vasily Kandinsky. 49,6 x 64,8 cm

Un nome così semplice dell'immagine è pienamente giustificato, perché questa è davvero la prima opera astratta del maestro. È anche conosciuta con un altro nome "parlante" - "Senza titolo".

Nel 1910, Vasily Kandinsky proclamò la non obiettività come il principio principale del suo lavoro futuro. Ha lasciato solo la forma e il colore come espressione del contenuto dei dipinti, poiché non si può dire che in assenza di una trama, le sue opere siano prive di significato. Oggi, i dipinti di Vasily Vasilievich sono decifrati attraverso il prisma delle sue opere teoriche, dove ha comprovato in dettaglio il suo metodo creativo originale.

L'immagine è un foglio grafico di piccolo formato, il cui contenuto ricorda un certo estemporaneo. Per crearlo, l'autore ha usato acquerello, inchiostro e una matita.

Lo sfondo bianco può essere interpretato come silenzio, perché Kandinsky ha decodificato questo colore come esponente del silenzio. Il rosso indica movimento e ansia, così come il potere maschile nella foto, mentre il blu appare come un simbolo di mistero e persino misticismo. Ancora qui è giallo, come designazione della terra, nero, come segno dell'Apocalisse (sole estinto) e verde - espressione di indifferenza. Le forme elaborate sono progettate per enfatizzare il significato di ogni colore.

Sebbene altre opere più interessanti del maestro seguissero l'acquerello senza un nome, questo dipinto è di enorme importanza per Kandinsky, fungendo da nuova pietra miliare che ha segnato un cambiamento completo nel paradigma creativo dell'artista.


Guarda il video: Primo acquerello astratto di Kandinskji (Potrebbe 2021).