Musei e arte

"Chesme battle", Ivan Konstantinovich Aivazovsky - descrizione del dipinto


Battaglia di Chesme - Ivan Konstantinovich Aivazovsky. 193 x 183 cm

Un noto pittore marittimo, l'artista, come nessun altro, è stato in grado di ritrarre il mare in qualsiasi stato e in varie navi - da una piccola barca a un'enorme nave a vela. L'immagine raffigura il momento della battaglia navale della flotta russa contro la turca, in cui quest'ultima subì una schiacciante sconfitta e perse molte navi e i suoi esperti marinai.

La tela riflette il momento decisivo della battaglia notturna, quando la flotta turca fu completamente sconfitta. Questo è uno spettacolo mostruoso e spaventoso: enormi navi bruciano e affondano come schegge e i marinai sopravvissuti non si aggrappano ai resti di alberi e sartiame. L'incredibile potenza e l'orrore di questa battaglia sono enfatizzati dagli alti pilastri fluttuanti della fiamma, quindi sembra che il mare stesso sia infuocato da una fiamma infernale. I lampi di fuoco sono scritti così magistralmente da creare la sensazione di un'immagine che brilla di calore.

L'uso di colori contrastanti conferisce profondità di prospettiva e volume all'immagine. La combinazione di colori generale è molto scura e cupa, il che non corrisponde solo alla tragedia dell'evento, ma è anche dovuta al fatto che la battaglia ha avuto luogo di notte e il fumo e il fuoco delle navi che morivano nel fuoco coprivano letteralmente l'orizzonte. Il cielo in quanto tale non è visibile sulla tela, è coperto da un denso velo di fumo nero in lutto, contro il quale spiccano gli scoppi infuocati di colori di navi in ​​fiamme e la luna gialla, appena visibile sotto la copertura di mazze fumose.

In primo piano nella foto c'è una barca affollata che ha fatto saltare in aria una delle navi turche con il suo firewall. Da questa esplosione si verificò un enorme incendio che presto distrusse quasi l'intera flotta turca lineare. D'altra parte, le tele sui resti del loro relitto stanno cercando di salvare una manciata di turchi sopravvissuti alla battaglia. Tutta la loro speranza di sopravvivenza risiede nel fatto che saranno catturati, non permettendo di affogare nelle tenebrose acque del Mar Egeo.

Questa storica battaglia ha permesso alle truppe russe non solo di impedire ai turchi di muovere liberamente le loro navi in ​​questa regione del Mar Egeo, ma anche di stabilire il blocco dei Dardanelli, che ha impedito alle principali forze della flotta turca di penetrare nel Mar Nero.

Utilizzando una gamma di colori così limitata, l'artista è riuscito non solo a trasmettere le realtà della battaglia navale, ma anche a renderlo così magistrale che l'immagine sembra un vero reportage fotografico dal luogo di un evento storico, colpendo l'immaginazione dello spettatore moderno con la grandiosità e il pericolo delle battaglie navali di epoche passate.


Guarda il video: Ivan Aivazovsky Part 3 - Storm; Beethoven - 9th Symphony, Finale (Potrebbe 2021).