Musei e arte

Ritratto di George Sand, Eugene Delacroix, 1838

Ritratto di George Sand, Eugene Delacroix, 1838

Ritratto di George Sand - Eugene Delacroix. 81x56

L'idea dell'artista era l'unione di due grandi maestri su una tela: Sand ascolta Chopin. Dipinse i loro ritratti dalla memoria. L'idea è rimasta l'intenzione. Ad un certo punto, l'idea stessa sembrava banale al maestro, l'ispirazione lo lasciò e il lavoro rimase incompiuto.

Nonostante l'ovvia imprecisione dell'opera, il ritratto della scrittrice aiuta lo spettatore a comprendere meglio il suo mondo interiore. Di fronte al pubblico c'è una gentile signora che, come se sfuggisse costantemente allo sguardo dell'artista. Un senso di movimento, dinamica e un certo mistero sono i componenti principali di questo lavoro. L'autore usa colori scuri che rendono lo spettatore scrutato nei dettagli. Se la faccia del modello è solo indicata, le mani sono scritte abbastanza bene. Per l'artista, sono state le mani dello scrittore a rappresentare un modo importante per esprimere la sua natura creativa.

Si può solo immaginare come sarebbe questo ritratto di coppia se il maestro non si fosse fermato a metà strada. Oggi, entrambe le opere, che possono essere considerate schizzi per il quadro generale, attirano l'attenzione di critici e professionisti, perché è in questa forma che possiamo vedere chiaramente le sottigliezze del modo artistico dell'artista, il corso del suo pensiero.


Guarda il video: Eugene Delacroix (Potrebbe 2021).