Musei e arte

Scultura russa del XIX secolo: foto e descrizione delle sculture

Scultura russa del XIX secolo: foto e descrizione delle sculture

L'inizio del 19 ° secolo in Russia fu associato alla crescita dell'autocoscienza nazionale e patriottica. Nell'arte, questo era espresso nel nuovo e alla moda stile impero, che per molti aspetti era simile al classicismo ed era più splendido e decorativo.

Figure in plastica che adornano l'edificio dell'Ammiragliato furono create dai migliori rappresentanti della scultura russa Terebnev, Shchedrin, Pimenov e Demut-Malinovsky. Le numerose ninfe, eroi e geni che adornano tutte le facciate dell'edificio, i frontoni e i fregi - non solo adornano, ma portano anche un profondo significato simbolico, rivelando in modo più completo il piano dell'architetto.

I migliori esempi di decorazioni adornano l'edificio Exchange e le colonne rostrali della freccia dell'isola Vasilyevsky. I maestri francesi Camberlin e Thibault hanno partecipato alla creazione delle sculture, tuttavia, sono state realizzate da maestri russi che hanno preso come base solo i modelli francesi.

Uno dei più importanti scultori russi all'inizio del XIX secolo fu Ivan Martos. Il maestro ottenne la vera fama dopo la creazione del monumento a Minin e Pozharsky. Oltre a questo lavoro programmatico, Martos ha creato una serie di deliziose pietre tombali (Sobakina, Kurakina, Gagarina, Volkonskaya). Le figure allegoriche di pietre tombali stupiscono con realismo, accuratezza dei dettagli e ricchezza emotiva.

Sculture dei grandi leader militari russi Kutuzov e Barclay de Tolly adornano la piazza di fronte alla Cattedrale di Kazan a San Pietroburgo. L'autore delle figure è Boris Orlovsky. Pathos patriottico, grandezza ed eroismo: queste sono le caratteristiche principali di queste opere. Il maestro è l'autore della figura di un angelo sulla colonna di Alessandro al centro di Piazza del Palazzo.

La seconda metà del XIX secolo in Russia è caratterizzata da un ruolo crescente dello stato nel determinare il contenuto delle opere d'arte. Nella scultura, i temi sociali non erano ammessi. Gli artisti potevano lavorare solo su una gamma limitata di argomenti. Ma anche in queste condizioni anguste, i maestri hanno creato veri e propri capolavori.

Le opere di genere di Pimenov e Loganovsky, che decorano le sale del Museo Russo, sono piene di drammaticità ed espressività emotiva (un ragazzo che suona il broncio, un ragazzo che suona un mucchio). Sottile lirismo e calore riempirono il lavoro della pesca con Stavasser Boy. Il maestro usa molto abilmente i vantaggi del marmo per trasmettere la fragilità di una giovane figura fanciullesca.

Tra le opere dello scultore Klodt, un posto speciale è occupato dai monumenti di Nicola I, nonché da figure sul ponte Anichkov. Un geniale realista, il maestro riuscì a trasmettere nelle sue opere la bellezza del corpo umano, il potere delle forze della natura (un cavallo impennato) e la grandezza dello stato (un monumento all'imperatore).

A questo periodo appartengono anche le opere del grande Guardiano, autore del monumento a Pushkin, nonché un membro dei gruppi creativi che hanno creato il Monumento del Millennio in Russia, nonché il monumento all'imperatrice Caterina II.

Il genere storico nella scultura della seconda metà del XIX secolo è impensabile senza le opere di Antokolsky, la cui arte era anche molto apprezzata nell'Europa occidentale.


Guarda il video: Stile, moda e make up femminile Russia vs Italia, le differenze.. (Potrebbe 2021).